Stampa

pdf articolo

Nota di correzione/integrazione


Gentili Colleghi, ho letto con stupore l'articolo di C. Vasconetto pubblicato sul Vol n. 18 del 15 maggio 2019 della Rivista. Si afferma al punto: "Anno 2011: soluzione integrazione Università-territorio. Il modello senese di salute mentale, primo e unico in Italia, è dovuto all'intelligenza, volontà e disponibilità di Andrea Fagiolini." Il prof Fagiolini merita indubbiamente questi complimenti, ma il modello senese è stato pensato e messo a punto dal sottoscritto. Fui chiamato a questo scopo dal prof. Scura, direttore dell'ASL 7 di Siena. Svolsi le funzioni di Consulente per l'organizzazione della Salute Mentale dal 01.12.2006 e poi, avendo concordato il progetto, le funzioni di Coordinatore del DSM - AUSL 7 PER L'INFANZIA-ADOLESCENZA E ADULTI dal 09.02.2007 al 15.10 2010. In questo progetto di ampio respiro coinvolsi naturalmente la Neuro-Psichiatria Infantile Ospedaliera e la Psichiatria Universitaria prima con il Prof. P. Castrogiovanni, poi con il prof. Fagiolini, con cui siamo diventati amici. Ricordo infine che, nella crescita di un nuovo progetto culturale, ho richiesto alla ASL di riattivare la vecchia rivista "Rassegna di Studi Psichiatrici" e di coinvolgere nella direzione il prof. Fagiolini, il dr. Corlito, che ha svolto un lavoro fondamentale, ed anche un rappresentante del DSM di Arezzo. Chiedo la pubblicazione di questa nota, anche ai sensi della legislazione sulla stampa, con la stessa evidenza data all'articolo del dr. Vasconetto.

Paolo Martini